Un anno di attività

Calano i reati, aumentano i controlli e i provvedimenti. Il bilancio 2018 della Questura

29 dicembre 2018

Reati in calo, controlli e provvedimenti in aumento. E’ questo, in estrema sintesi, il bilancio dell’anno di attività della Questura di Piacenza, illustrato sabato 29 dicembre dal questore Pietro Ostuni.

Un trend, quello dei reati in genere, che fa segnare un -12% sia in città che il provincia, con un picco di -15% di furti, rapine e ricettazioni.

E se da un lato sono calati i reati di vario genere, dall’altro sono aumentati gli arresti (+25%), le persone indagate in stato di libertà (+39%), e le perquisizioni. Anche le ordinanze di ordine e sicurezza hanno avuto un incremento, da 425 dello scorso anno a 540 del 2018.

In considerevole aumento i veicoli controllati, passati da 5.474 a 19.95, le persone identificate, cresciute da oltre 17mila a 18.224, e gli arresti passati da 60 a 74.

Flessione delle chiamate al 113, da oltre 40mila a poco più di 39mila. Raddoppiati i fogli di via obbligatori.

Dal punto di vista amministrativo sono cresciuti anche i passaporti rilasciati; una attività che ha permesso di recuperare 30mila euro di pene pecuniarie pendenti.

 

 

© Copyright 2019 Editoriale Libertà

CATEGORIE: Cronaca Piacenza

NOTIZIE CORRELATE