Polemica

Duecento commercianti contro il Mercato del Forte in centro. Il Comune: “Vantaggi anche per loro”

3 aprile 2019

“Non ne possiamo più”: a parlare a nome di circa duecento commercianti della zona di piazza Cavalli è Gianluca Brugnoli, presidente di Federmoda che questa mattina, mercoledì 3 aprile, ha consegnato in municipio le firme raccolte tra i colleghi. Alla base del malumore c’è il ritorno delle bancarelle del Mercato del Forte che saranno allestite domenica 14 aprile in centro storico. Anche lo scorso autunno un gruppo di commercianti del cuore della città aveva raccolto firme contro l’evento. “E’ una manifestazione che ci penalizza fortemente, siamo molto arrabbiati – ha spiegato Brugnoli -; noi lavoriamo tutto l’anno per attirare la clientela nei nostri negozi e quando arriva il Mercato del Forte per almeno una settimana non vediamo gente. E quest’anno capita oltretutto proprio a ridosso della Pasqua quando i cittadini sono più disponibili a fare acquisti. Abbiamo già in mente una protesta per il 14 se non saremo ascoltati”.
Interpellato in merito, l’assessore al Commercio, Stefano Cavalli ha replicato: “Sappiamo che il Mercato del Forte può destabilizzare alcuni commercianti ma abbiamo preso in considerazione di farlo perché molti ce lo chiedono. E’ un’iniziativa che porta tanta gente in città e credo che se chi ha firmato la petizione tenesse aperto in quella domenica avrebbe dei vantaggi. Arriva così tanta gente che questa iniziativa va lodata. A novembre 2019 avevamo già detto che non ci sarà e per il prossimo anno faremo una valutazione con le associazioni di categoria. Come amministrazione faremo tutto il possibile portare visitatori nella nostra città.”

 

© Copyright 2020 Editoriale Libertà

categorie: Cronaca Piacenza

NOTIZIE CORRELATE