Punti luce disattivi

Ancora ricoverata la 30enne che ha travolto i due giovani all’uscita del Village. Polemica sulla scarsa illuminazione

1 luglio 2019

Rimane ricoverata in ospedale e piantonata dai carabinieri in attesa delle dimissioni che si trasformeranno in arresto. Si tratta della ragazza di 30 anni che ieri, nella notte tra sabato e domenica, ha travolto e ucciso in auto due ragazzi di 20 e 22 anni. La donna dovrà rispondere della grave accusa di duplice omicidio stradale, aggravato dal fatto che si trovasse al volante con valori alcolemici ampiamente sopra al limite di legge.

Nel frattempo, per tutta la giornata di ieri, si è registrata un costante afflusso di parenti e amici alle abitazioni di Ergi Skenderi e Xhuljo Kaja, i due ragazzi albanesi che hanno perso la vita di fronte al Village, sulla Statale 45.

E proprio in merito alla zona priva di illuminazione, aspetto che ha fatto discutere parecchio nelle ultime ore, sul quotidiano Libertà, in un’intervista, il proprietario del ristorante situato di fronte al locale da ballo, parla di “punti luce per i quali abbiamo segnalato più volte la necessità di procedere con l’attivazione vista la pericolosità della zona all’ingresso e all’uscita della discoteca”. Stando a quanto raccolto, gli impianti di illuminazione non sarebbero di competenza comunale, ma di proprietà privata.

TUTTI I SERVIZI SUL QUOTIDIANO LIBERTA’ IN EDICOLA

© Copyright 2019 Editoriale Libertà

CATEGORIE: Cronaca Piacenza

NOTIZIE CORRELATE