Fulmine a Chiavenna Landi

Intenso temporale di ieri, parte la conta dei danni. Palo della luce in fiamme

2 luglio 2019

Come spesso accade dopo lunghi periodi di super caldo, ieri un improvviso temporale si è scatenato sul Piacentino, in particolare sulla zona occidentale del territorio. Numerosi i danni e i disagi, specialmente in Val Nure e Val d’Arda. Piante sradicate dal vento, canali gonfi d’acqua, problemi ai tetti e ai controsoffitti, blackout e sottopassi allagati sono stati i principali problemi.

“E’ stato il classico temporale di calore che si è formato sulle prime colline tra Travo e Agazzano e si è spostato verso la pianura generando altri due nuclei di precipitazioni – ha spiegato Vittorio Marzio di Meteovalnure.it -. Da 35 gradi siamo scesi a 25, ma nei punti più colpiti il termometro è sceso fino a 15 gradi”.

Superlavoro ieri per i vigili del fuoco, impegnati a liberare strade ostruite dai rami e a risolvere allagamenti. Subito in campo anche la Protezione civile. A Chiavenna Landi un palo della luce si è incendiato, colpito da un fulmine. A Grazzano Visconti, un tronco finito sulla provinciale ha bloccato la circolazione in località Cabina. Tecnici della Provincia e pompieri hanno rimosso gli ostacoli e la circolazione è ripresa dopo quasi 2 ore. A Vigolzone il vento ha provocato danni fortunatamente lievi alle piscine, già regolarmente riaperte.

Nel territorio di Castell’Arquato traffico bloccato e disagi tra Vigolo Marchese verso Sant’Antonio, sempre a causa di una pianta finita sulla strada. Questa mattina i vigili del fuoco sono ritornati a Vigolo Marchese, per rimuovere una pianta a ridosso di una casa. Nemmeno la Val Trebbia è stata risparmiata. Per lo stesso motivo è stata chiusa e poi riaperta la strada a Statto. Nella zona di Gazzola, sulla strada per Rezzanello, è caduto un palo della luce rischiando di investire un’auto. E poi grandine a Travo, Perino e anche ad AgazzanoIngenti danni anche all’agricoltura, con campi e corti allagate e colture allettate. Danni soprattutto al frumento, ormai prossimo alla mietitura.

Passata la breve ondata di maltempo il sole e il caldo sono già tornati a battere sul Piacentino, in attesa di una nuova formazione temporalesca prevista per domani.

Maltempo – Il comunicato di Coldiretti

Maltempo – Il comunicato di Confafgricoltura

© Copyright 2019 Editoriale Libertà

CATEGORIE: Cronaca Provincia

NOTIZIE CORRELATE