Violenti nubifragi

Viti, mais e pomodori flagellati da grandine e raffiche di vento. Coldiretti: “Ingenti perdite”

2 agosto 2019

Filari rasi al suolo in pochi minuti. C’è poca voglia di parlare tra gli agricoltori piacentini alle prese con la conta dei danni causati da pochi minuti di grandine. Le palline di ghiaccio grandi come noci, cadute all’improvviso nel pomeriggio di venerdì 2 agosto, hanno rovinato gran parte della stagione, c’è chi stima di aver perso il 70% del prodotto, c’è chi per quest’anno salterà la vendemmia.
“Il maltempo – afferma il presidente di Coldiretti Piacenza Marco Crotti – ha attraversato tutta la provincia, in particolare la fascia pedecollinare, molto ricca di colture, quali pomodoro, mais e vigneti”. Si tratta dell’ennesimo episodio: “Ingenti – afferma Crotti- le perdite di prodotto”. Agazzano, Castell’Arquato, Carpaneto, Gazzola, Rivergaro e Pianello sono tra i comuni più colpiti.
Da quando è partita l’estate – sottolinea la Coldiretti su dati Eswd – l’Italia è stata colpita da 462 tempeste di ghiaccio, acqua e vento, il 75% in più rispetto all’anno scorso, con pesanti ripercussioni sulle coltivazioni, l’allevamento e il lavoro degli agricoltori.
Una anomalia climatica evidente nel corso del 2019 che – continua la Coldiretti – è stato segnato da primi mesi dell’anno particolarmente siccitosi ai quali ha fatto seguito un maggio freddo e bagnato, un mese di giugno al secondo posto tra i più caldi ed un mese di luglio segnato da tempeste nella prima metà alle quali sono seguiti giorni di gran caldo ed ora il ritorno del maltempo al Nord.
Si sta verificando una tendenza alla tropicalizzazione che – conclude la Coldiretti – si evidenzia con una più elevata frequenza di manifestazioni violente, grandine di maggiore dimensione, sfasamenti stagionali, precipitazioni brevi ed intense ed il rapido passaggio dal sole al maltempo che compromettono le coltivazioni nei campi con danni per oltre 14 miliardi di euro in un decennio, tra perdite della produzione agricola nazionale e danni alle strutture e alle infrastrutture.

© Copyright 2019 Editoriale Libertà

CATEGORIE: Cronaca Piacenza

NOTIZIE CORRELATE