Monsignor Ambrosio

Il messaggio del vescovo per Natale: “Viviamo nell’epoca delle critiche facili, dobbiamo reagire con speranza”

21 dicembre 2019

Questa mattina, 21 dicembre, alle ore 11.30, nel palazzo vescovile, il vescovo Gianni Ambrosio, ha incontrato i sindaci e gli amministratori della città e della provincia per i tradizionali auguri natalizi.

“L’occasione è felice per me perché, dal mio primo anno di vescovo di questa diocesi, ho ritenuto mio dovere esprimervi il mio ringraziamento personale e della comunità ecclesiale per il vostro servizio alla città e a tutti i cittadini della Provincia. Sappiamo di vivere in un periodo in cui la critica è molto facile. E sappiamo pure che è molto diffusa la sfiducia. Credo che sia doveroso reagire, riconoscendo il servizio al bene comune che voi esprimete in modalità diverse, tutte importanti. Oggi in particolare è necessario riconoscere e ridare valore e dignità a chi ha la responsabilità verso la civitas, verso l’ordine pubblico, verso l’amministrazione di una realtà sociale complessa e in trasformazione. Credo che siamo tutti convinti che il servizio per una buona convivenza e per una buona amministrazione della cosa pubblica sia anche un servizio prezioso per ricuperare fiducia e favorire un cammino comune lavorando insieme. Per questi motivi desidero dire a tutti voi – e anche a coloro che non sono presenti – una parola di incoraggiamento e di speranza perché insieme e con spirito di collaborazione, possiamo alzare il nostro sguardo ed aiutarci a non vedere solo gli aspetti difficili e problematici del servizio.
Questa è la prima motivazione dell’invito. A cui si aggiunge la seconda, anch’essa importante, ma più semplice: desidero rivolgervi l’augurio di un buon Natale, di buone feste e di un anno nuovo di pace e di concordia.

Quest’anno vi lascio la Lettera pastorale che accompagna il cammino della nostra Chiesa diocesana. Il titolo è “Perseveranti nel cammino”. Riguarda in particolare la ristrutturazione della nostra vasta diocesi con le comunità pastorali. Nella Lettera pastorale affermo che “la sfida delle Comunità pastorali si gioca sulla comunione”. Ma anche la sfida della nostra società si gioca sulla comunione, sulla capacità di favorire il bene comune della società e di prendersi cura della società. Sono questi i due punti che vorrei sottolineare.

MESSAGGIO DEL VESCOVO

 

© Copyright 2020 Editoriale Libertà

categorie: Cronaca Piacenza

NOTIZIE CORRELATE