Ritratto di Klimt

Appeso nella sala biliardo della sua casa di via Poggiali: ecco dove Ricci Oddi contemplava la “Signora”

19 gennaio 2020

Questa foto storica documenta la presenza, in casa di Giuseppe Ricci Oddi, del “Ritratto di signora” di Gustav Klimt. Un’abitazione antica, nel palazzo di famiglia di via Poggiali, dove Ricci Oddi, nel 1897, all’età di 29 anni, ottenne dalla madre la piena disponibilità di un piano del suo grande palazzo come appartamento personale. La “Signora”, dopo l’acquisto nel 1925, era stata posizionata nella sala biliardo accanto ad altri quadri e sculture di valore. Nel 1931 l’opera viene esposta nella Galleria in occasione dell’inaugurazione della stessa. Oggi questa immagine acquista un valore particolare alla luce di tutte le peripezie vissute dal dipinto, rubato nel 1997 e ritrovato (originale) il 10 dicembre 2019. Quasi 23 anni ricchi di colpi di scena. Le indagini sono ancora in corso per risalire agli autori del furto o a chi ne sia entrato in possesso successivamente. Il caso è tutt’altro che risolto.

Giuseppe Ricci Oddi nacque a Piacenza il 6 ottobre 1868, figlio unico di Carlo e Carolina Ceresa. Nel 1897 ottenne dalla madre l’appartamento vuoto. Nello stesso anno, grazie ai consigli di Oreste Labò, uno scultore piacentino, acquistò diverse opere. Nel 1925 ottenne, per 30mila lire, da Luigi Scopinich, il “Ritratto di signora” senza immaginare che ora l’opera avrebbe acquisito un valore inestimabile.

© Copyright 2020 Editoriale Libertà

CATEGORIE: Cronaca Piacenza

NOTIZIE CORRELATE