Casa del Clero quale futuro, Basini: “Trovare soluzioni per valorizzarla”

30 Gennaio 2020

 

Si è riunito questa mattina, giovedì 30 gennaio 2020, nella Sala degli Affreschi del Palazzo Vescovile di Piacenza, il Consiglio Presbiterale Diocesano, presieduto dal Vescovo Gianni Ambrosio.
Il primo argomento ha riguardato il consiglio di amministrazione, nella sua fase di rinnovo, della Fondazione della Casa del clero “Cerati”, l’istituzione avviata nel 1820, esattamente due secoli fa, grazie al progetto del vescovo Gregorio Cerati, alla guida della diocesi a cavallo del 1800. Fu lui a voler creare, con i propri lasciti, una struttura in grado di accogliere i sacerdoti anziani e ammalati. Oggi la Fondazione guida la struttura di via Torta, in cui sono ospiti alcuni sacerdoti, e la Casa San Camillo per non autosufficienti, attualmente gestita dalla Coopselios, sullo Stradone Farnese.

“La Casa del clero – ha spiegato il presidente del CdA don Giuseppe Basini – ha svolto in tutto questo tempo un prezioso servizio per i preti anche grazie a tanti benefattori sacerdoti e laici. Ora occorre guardare al futuro trovando le soluzioni più giuste per valorizzare la struttura e venire incontro alle esigenze dei sacerdoti stessi”.

Consiglio Presbiterale

 

© Copyright 2021 Editoriale Libertà