Parcheggi

In ritardo l’app per la sosta nelle strisce blu: “Disservizio intollerabile”

14 febbraio 2020

Slitta alla fine di febbraio la presentazione della nuova app digitale per pagare la sosta nelle strisce blu. In questi giorni, molti cittadini hanno telefonato al centralino di Piacenza Parcheggi – il nuovo gestore dei posteggi a pagamento in città subentrato ad Apcoa lo scorso 31 dicembre – per chiedere chiarimenti in merito al sistema di sosta veloce con il telefonino (sul modello dei precedenti servizi Easy Park e Apcoa Flow collegati alla carta di credito). In un primo momento, infatti, la società privata aveva annunciato lo sviluppo dell’applicazione entro la fine del mese di gennaio. Le tempistiche però si sono allungate: gli operatori di Piacenza Parcheggi hanno comunicato a diversi utenti che l’app sarà pronta entro due settimane. E che nel frattempo, per evitare di subire contravvenzioni, si consiglia di utilizzare il parcometro classico con le monete: esporre un tagliando che avvisa dell’impossibilità di impiegare l’app digitale non è sufficiente per evitare la multa.

Sulla questione l’assessore alla mobilità Paolo Mancioppi parla di un “disservizio ormai intollerabile” ed esorta Piacenza Parcheggi a “mettere in funzione il prima possibile il metodo di pagamento attraverso l’app per dispositivi mobili”.

© Copyright 2020 Editoriale Libertà

CATEGORIE: Cronaca Piacenza

NOTIZIE CORRELATE