Rischio per bambini e cani

Allarme processionaria alla Besurica: “Il Comune intervenga”

1 aprile 2020

“Almeno cinque nidi di processionaria a distanza di pochi metri. L’amministrazione comunale intervenga quanto prima per debellare questa specie infestante”. Nel quartiere Besurica suona l’allarme per la presenza dei pericolosi insetti che mettono a rischio l’incolumità di bambini e animali domestici. Nonostante il regime di “quarantena” dettato dall’emergenza Coronavirus, infatti, i giri col cane nei paraggi della propria abitazione sono consentiti: e nel parco di via Ucelli di Nemi, circondato da decine di condomini e frequentato da tanti “amici a quattro zampe”, alcuni cittadini hanno trovato numerose tracce di questa tipologia di lepidottero che si nutre delle foglie delle piante sempreverdi.

“Due volte al giorno – interviene una residente – porto il cane nel parco. Ho notato però i nidi di processionaria sui rami dell’area… Sono molto spaventata, perché le larve potrebbero persino causare la morte del mio animale”. In effetti si tratta di insetti che possono provocare reazioni cutanee, alle mucose, agli occhi e alle vie respiratorie dei cani. Ma i peli urticanti di questi piccoli bruchi possono compromettere anche la salute dei bambini: “Quando l’emergenza sarà finita e si proverà a tornare alla normalità – aggiunge un altro cittadino – mi piacerebbe portare mio figlio al campo giochi, senza tuttavia il rischio di farlo entrare in contatto con la processionaria”.

Anche l’anno scorso, sempre nello stesso periodo, un gruppo di abitanti della Besurica aveva contattato più volte gli uffici comunali per chiedere un intervento rapido ed efficace contro i nidi nel giardino di via Ucelli di Nemi.

© Copyright 2020 Editoriale Libertà

categorie: Cronaca Piacenza