Fase 2 e vecchie abitudini: i piacentini si rimettono in coda al fast food

08 Maggio 2020

Una voglia matta di hamburger e patatine ha aperto la “fase due” di tanti piacentini. Nei giorni scorsi, i McDonald della città sono stati presi d’assedio da un gran numero di clienti: a quanto pare il desiderio di passeggiare all’aria aperta o di rivedere i propri affetti era pari a quello di tornare ad addentare un panino con doppia pancetta accompagnato da crocchette di pollo. Negli orari clou, non a caso, molte persone hanno fotografato le code di auto fuori dal McDrive di Sant’Antonio, il servizio di ritiro d’asporto dei prodotti della catena statunitense di fast food. “Al di là di qualche problema tecnico nelle prime ore di riapertura del take away – commenta il licenziatario dei punti vendita Fabio Calabrese – finalmente i dipendenti sono tornati al lavoro in piena sicurezza, con mascherine, guanti e igienizzanti. La clientela è entusiasta”.

Lunghe code di auto anche in prossimità delle isole ecologiche di via XXIV Maggio e strada Valnure: un letterale assalto alla discarica da parte di diversi piacentini che da marzo si tenevano in casa i rifiuti ingombranti non ritirati a domicilio.

© Copyright 2021 Editoriale Libertà