Lucia Fontana: “Sanità territoriale necessaria, serve una riflessione”

09 Maggio 2020

L’emergenza sanitaria ha messo a dura prova la rete sanitaria territoriale che secondo Lucia Fontana, presidente della Conferenza territoriale sociosanitaria, ha bisogno di una profonda revisione rispetto alla riorganizzazione di tre anni fa. Lo evidenzia in una lettera di risposta alle richieste di Patrizia Calza, sindaco di Gragnano e sua predecessore alla presidenza dell’ente, che qualche giorno fa chiedeva di rivedere il progetto del nuovo ospedale alla luce della pandemia da Coronavirus che ha duramente colpito il territorio piacentino. Lucia Fontana, che condivide con Calza l’importanza che la medicina territoriale ha nell’affrontare le necessità del territorio, ha manifestato critiche nel modo in cui questa emergenza è stata affrontata. Un apporto, quello della sanità territoriale, che secondo la presidente non si è manifestato nella prima fase dell’emergenza, fronteggiata esclusivamente dai medici e dai sanitari all’interno degli ospedali.

Secondo Fontana è quindi necessaria una seria riflessione con tutti i protagonisti della sanità per indicare la strada maestra per superare le carenze del piano sanitario attuale e con i sindaci, su quelle che dovranno essere le nuove linee del piano, eventualmente modificando quelle attuali.

© Copyright 2021 Editoriale Libertà