Consiglio provinciale

Più aule al liceo Gioia e all’Itis: “Far fronte alla crescita di iscrizioni”

4 giugno 2020

Più spazi per le scuole superiori. Oggi (4 giugno) il consiglio provinciale di Piacenza, convocato “dal vivo” per la prima volta dopo l’emergenza Covid, ha deliberato un importante variazione di bilancio che prevede l’incremento delle aule a disposizione del liceo Gioia (31mila euro per aumentare gli ambienti in affitto nella sede distaccata degli ex gesuiti in via della Ferma) e dell’istituto tecnico ISII Marconi (150mila euro per l’ampliamento dei locali in via IV Novembre). “Si vuole così far fronte – ha spiegato il presidente della provincia Patrizia Barbieri – alla crescita delle iscrizioni alle scuole superiori anche in una prospettiva pluriennale”.

DIPENDENTI PROVINCIALI IN SICUREZZA – Il consiglio provinciale, inoltre, ha votato una variazione di bilancio urgente pari a quasi 90mila euro per la messa in sicurezza degli ambienti lavorativi e dei dipendenti dell’ente in vista della progressiva ripresa delle presenze negli uffici. Nel dettaglio si tratta di 7.550 euro per l’acquisto di dispositivi di protezione individuale (mascherine e guanti) a favore degli agenti di polizia provinciale, 34.179 euro per la sanificazione e la disinfezione degli uffici e dei mezzi, 42.697 euro per beni di consumo per l’igiene e la protezione degli operatori, 5mila euro per la prevenzione di infezioni nei locali di corso Garibaldi.

LAVORI PUBBLICI – L’ente di corso Garibaldi guarda alla materia viabilistica, anche in seguito ad alcuni finanziamenti statali: tra la strada provinciale numero 4 di Bardi e Castell’Arquato verrà realizzata una rotatoria (attesa da tempo) per un importo pari a 295mila euro; la strada provinciale numero 7 di Agazzano sarà invece oggetto di un intervento di consolidamento nei tratti più degradati (nel comune di Gazzola) per un investimento di 173mila euro.

“SOSPENDERE LE TASSE” – Il consigliere provinciale Antonio Levoni ha chiesto all’ente di farsi portavoce di una richiesta precisa alle istituzioni nazionali: sospendere le tasse in città e provincia per permettere ai cittadini – a detta sua – di ripartire in sicurezza dopo la dura allerta da Coronavirus affrontata negli ultimi mesi.

SCUOLE PARITARIE – È stato il consigliere provinciale e sindaco di Gragnano Patrizia Calza a rimarcare “il fondamentale supporto rappresentato dalle scuole paritarie del nostro territorio”, strutture educative che stanno affrontando un grave periodo di crisi. Anche il presidente Barbieri ha sottolineato il ruolo centrale ricoperto da queste realtà, alcune delle quali potrebbero non riaprire a settembre. Il consigliere Valentina Stragliati ha specificato che “compete a Governo e Regione il compito di salvare le scuole paritarie”.

© Copyright 2020 Editoriale Libertà

categorie: Cronaca Piacenza

NOTIZIE CORRELATE