Oggi incontro in prefettura

Val Trebbia invasa, Pasquali: “Serve soluzione per la sosta selvaggia”. Record a Bobbio, 80 camper

1 luglio 2020

Trovare una soluzione per la circolazione stradale nei fine settimana in Val Trebbia. La necessità è sempre più impellente dopo due weekend in cui la vallata è stata invasa da turisti provenienti in particolare dalla Lombardia, oltre che dalla provincia di Piacenza. “Da Rivergaro a Ottone lungo l’asta del Trebbia nel fine settimana scorso secondo le mie stime c’erano 20mila persone – ha dichiarato il sindaco di Bobbio, Roberto Pasquali -. Solo a Bobbio abbiamo avuto 80 camper ed è un record. Ci aspettavamo tanta gente perché molti non possono andare al mare ed è difficile andare all’estero però così tanto non immaginavamo. Bisogna trovare una soluzione al più presto in primis per il problema della sosta selvaggia”. Oggi, mercoledì 1 luglio, è previsto un incontro in videoconferenza con il prefetto Maurizio Falco e i rappresentanti dei comuni interessati.

I paesi della Val Trebbia apprezzano l’arrivo dei visitatori ma la sicurezza è prioritaria e così la strada che porta al fiume a Marsaglia domenica scorsa è stata chiusa da mezzogiorno in poi mentre sulla Statale 45 gli automobilisti che hanno parcheggiato ovunque hanno trovato la multa sotto al parabrezza. Alla sosta selvaggia si unisce l’inciviltà di chi abbandona i rifiuti danneggiando l’ambiente e deturpando il panorama. Il tutto esaurito ha impedito anche il rispetto del distanziamento imposto dalle norme anticontagio in una periodo in cui la fase acuta della pandemia è stata da poco superata.

 

© Copyright 2020 Editoriale Libertà

categorie: Cronaca Provincia

NOTIZIE CORRELATE