“Molti acquisti di bici e monopattini, ma ritardo nell’erogazione bonus”

14 Agosto 2020

“Adesso i clienti si augurano di ricevere il rimborso. Altrimenti anche noi negozianti facciamo una figuraccia”. I biciclettai di Piacenza fanno il punto sui ritardi nell’erogazione del bonus mobilità di cinquecento euro di cui – per ora – non c’è traccia. “Regna l’incertezza – commenta Luca Piergiorgi di Cyclestore – perché l’erogazione del contributo per l’acquisto di bici e monopattini elettrici è stato posticipato di continuo”. Salvo sorprese, però, il bonus mobilità dovrebbe essere finalmente disponibile alla fine del mese: si potrà richiedere l’incentivo per gli spostamenti sostenibili con un’apposita applicazione digitale. Ma di ufficiale ancora non c’è nulla.

Già da maggio, dopo l’annuncio del governo, tante persone hanno comprato biciclette e monopattini elettrici, con la speranza di poter recuperare il 60 percento della spesa. “Il canale telematico per la richiesta dell’incentivo, per adesso, non è stato presentato – puntualizza Luca Peveri di Gaga Bike – nessuno ha idea di quale sarà la formula di accesso al rimborso. Per i negozi, anche grazie alla promessa del bonus, gli affari sono aumentati”. Trend confermato da Giampaolo Tizzoni di Tuttociclismo in via Cella: “La gente, dopo lunghi mesi di lockdown, non vedeva l’ora di muoversi all’aria aperta. E l’annuncio del bonus mobilità ha spinto molti cittadini ad acquistare qualsiasi tipo di mezzo”.

© Copyright 2021 Editoriale Libertà