“Pallonate sui tavolini del bar, piazza Duomo non è un campo da calcio”

22 Agosto 2020

 

“Piazza Duomo non è un campo da calcio”. Sembra una banalità quella pronunciata da Michele Balocchi, titolare di un ristorante in zona. Ma ogni sera, soprattutto nel weekend, il selciato davanti alla cattedrale di Piacenza si trasforma davvero in un grande campo giochi pieno di famiglie (perlopiù straniere). I bambini si rincorrono, girano in monopattino, scavalcano le recinzioni, salgono sul basamento della statua della Madonna e danno vita a partitelle di calcio. “La piazza è di tutti – interviene l’esercente – ma il rispetto della collettività sarebbe fondamentale. Spesso, purtroppo, non se ne tiene conto. In più occasioni, infatti, il pallone è finito sui tavolini del nostro locale, rovesciando i bicchieri e creando problemi con la clientela. Insieme ad altri esercenti, stiamo cercando di rilanciare piazza Duomo con buoni risultati. Ma ogni sera i gruppi di ragazzini scambiano questo luogo per un campo da calcio”.

© Copyright 2021 Editoriale Libertà