Dopo il crollo del ponte

Cerignale, Ottone e Zerba “isolate”, Castelli: “Quindici chilometri in più per raggiungere Piacenza”

3 ottobre 2020

L’Alta Val Trebbia, con il crollo del ponte Lenzino, è praticamente isolata. Cerignale, Ottone e Zerba sono i comuni su cui pesano i maggiori disagi dal punto di vista viabilistico. I collegamenti sono interrotti e per raggiungere Piacenza sono disponibili percorsi alternativi di montagna che allungano il tragitto di almeno 15 chilometri. Inevitabili i disagi per i bambini e i ragazzi che devono andare a scuola, per i lavoratori, ma anche per l’economia e il turismo della zona. “Sono preoccupato per le famiglie – spiega il sindaco di Cerignale Massimo Castelli – ma anche per l’economia locale. Pensate che il turismo o le attività stanno in piedi solo grazie al collegamento della Statale 45. Quest’anno, tra la pandemia da Coronavirus e il crollo del viadotto, la situazione è davvero tragica”.

Una battaglia quella per sistemare la Statale 45 e i viadotti dell’Alta Val Trebbia che va avanti da tempo: “Sono almeno 30 anni che chiediamo più attenzione e invece siamo sempre secondi a tutti, è molto frustrante”- conclude il primo cittadino.

LA PROVINCIA GARANTISCE MASSIMA COLLABORAZIONE

“Pur non essendo di competenza provinciale, la Provincia di Piacenza si è immediatamente attivata per collaborare con tecnici e forze dell’ordine per assicurare la massima collaborazione e individuare i percorsi alternativi al fine di minimizzare i disagi all’utenza, conseguenti al crollo del ponte Lenzino in alta val Trebbia.
E’ un altro duro colpo per tutto il nostro territorio – commenta il presidente Patrizia Barbieri – sono in stretto contatto con il Prefetto, Anas e i Sindaci del territorio per seguire da vicino l’evolversi della situazione ed esprimo loro tutta la mia vicinanza”.

La Provincia si è resa immediatamente disponibile a collaborare e supportare Anas nella posa della segnaletica per il percorso alternativo che prevede il transito lungo la strada provinciale 73 Lago (tra Marsaglia e ponte Lenzino) fino a Pieve Montarsolo, per poi proseguire verso Pratolungo sino alla strada provinciale 186 (in provincia di Pavia), in direzione della Statale 45. Dopodiché si può percorrere il ponte sul fiume Trebbia lungo la strada provinciale 24 fino alla Statale 45 in località Ponte Organasco.

© Copyright 2020 Editoriale Libertà

categorie: Cronaca Provincia Val Trebbia

NOTIZIE CORRELATE