Riprese le visite

Diabete, attività ridotte del 40%. Quasi 20mila piacentini colpiti dalla malattia

10 ottobre 2020

Il Covid ha bloccato molte attività di diagnostica durante il periodo di lockdown e anche il reparto di diabetologia dell’ospedale di Piacenza ha fatto i conti con una riduzione delle attività del 40%. “Gli accessi ambulatoriali sono stati garantiti per alcune tipologie più gravi di diabete mentre gli altri pazienti sono stati seguiti attraverso contatti telefonici e mail”- spiega Maurizio Bianco, responsabile del reparto. Ancora oggi il lavoro è congestionato e si consiglia di rivolgersi in primis al proprio medico di medicina generale per un consiglio sulle analisi da effettuare in caso si sospetti un esordio di malattia. Anche l’associazione Diabetici di Piacenza, da anni in prima linea per sostenere e accompagnare le persone colpite da questa patologia, hanno dovuto “rallentare” il lavoro a causa del Covid. “Le attività di sensibilizzazione nelle scuole sono interrotte – spiega il presidente Carlo Fantini – è ripresa la pubblicazione del periodico di informazione che uscirà a dicembre ed è garantita la presenza di un volontario presso il reparto e della psicologa”.

© Copyright 2020 Editoriale Libertà

categorie: Cronaca Piacenza

NOTIZIE CORRELATE