Primo dell’anno e sala parto da tutto esaurito. Il primo nato è un maschietto

01 Gennaio 2021


Gode di ottima salute, è un maschietto ed è figlio di una coppia di origini indiane. Si tratta di Aganchap, il primo bambino venuto alla luce nel 2021 nel reparto di Ostetricia dell’ospedale di Piacenza. E’ nato alle 9.20 del primo dell’anno e per mamma e papà si tratta del secondogenito. Dunque, il nuovo anno si chiude all’insegna del fiocco azzurro che aveva chiuso anche il 2020: nel pomeriggio del 31 dicembre infatti, è venuto alla luce un bambino, anche in questo caso in ottima forma e dal peso considerevole di 3,6 chilogrammi, figlio di una coppia di genitori lodigiani. A controbilanciare ci ha pensato la piccola Mia, la seconda bambina nata nel corso del primo giorno dell’anno.

“E non è finita, perchè la nostra sala parto sta lavorando a pieno regime – ha spiegato Renza Bonini che dirige la Struttura Operativa Complessa di Ostetricia e Ginecologia dell’Ausl -: nel corso della mattina del primo dell’anno sono infatti attesi altri tre parti. Un’ottima partenza che fa ben sperare e che sta a significare come la vita sia ben più forte della pandemia”.

Sono stati 1866 i nati nel corso dell’anno ormai alle spalle, con una media di circa 160 parti al mese: “Solo una lieve flessione rispetto all’anno precedente, ma in linea con il calo nazionale della natalità – ha spiegato ancora la dottoressa Bonini -. E’ stato un anno difficile sul fronte della lotta al contagio e abbiamo affrontato mesi di stress e di grande applicazione per rispettare alla lettera i protocolli. Siamo però soddisfatti perchè abbiamo mantenuto numeri importanti riuscendo a garantire standard elevati di sicurezza per preservare al massimo la salute delle mamme e soprattutto dei piccoli che sono venuti alla luce nel nostro reparto. E lo continueremo a fare, ovviamente”.


© Copyright 2021 Editoriale Libertà