Riapertura degli impianti da sci al Penice: “Dopo un anno da incubo”

06 Febbraio 2021

Il 15 febbraio, secondo le recenti disposizioni del Comitato tecnico scientifico, gli impianti da sci nelle regioni in zona gialla potranno riaprire i battenti dopo mesi di chiusura dovuta alle norme anti-Covid. “Non vediamo l’ora di riattivare le piste e gli impianti di risalita” fa sapere Andrea Sala, titolare delle sciovie e direttore della scuola di sci Passo Penice. “Per noi – ha proseguito – è stato un anno da incubo. Tra l’altro, nei mesi scorsi, sono caduti quasi tre metri di neve: un paradiso che speriamo di poter sfruttare al meglio. Già da fine novembre eravamo organizzati per poter accogliere gli sciatori in completa sicurezza. Le piste attualmente sono battute e in condizioni perfette. La scuola di sci e i nostri maestri sono pronti, il noleggio è a disposizione. Ci aspettiamo un buon numero di clienti”.

Pronto a riaprire i battenti anche il rifugio “Le Vallette” di Ceci, nel comune di Bobbio. “Nonostante la prolungata chiusura del rifugio – ha spiegato Stefano Biazzi, allenatore e atleta – la pista di fondo è sempre rimasta attiva, come da disposizioni, per gli atleti agonisti dello Sci Club. Chiaro che ora si tratterà anche per noi della vera ripartenza. Incrociando le dita, ovviamente”.

© Copyright 2021 Editoriale Libertà