Prefettura di Piacenza, Marilena Razza va in pensione dopo 30 anni

24 Febbraio 2021

Dopo oltre trent’anni di servizio, nei giorni scorsi Marilena Razza – viceprefetto di Piacenza dal 2008 – è andata in pensione: “Mi sono sempre spesa per questo territorio”. E in effetti, nel corso del tempo, la sua presenza è diventata un punto di riferimento per molteplici attività istituzionali.

Nata a Bologna nel 1956, Razza è laureata in giurisprudenza. Entrata in servizio il 3 aprile del 1989 nella prefettura di Piacenza, dopo un periodo di cinque mesi nel settore amministrativo, è stata assegnata all’ufficio di gabinetto con il compito di curare gli ambiti della protezione civile e dell’antimafia. Nel 1994 è stata formalmente nominata vice-capo di gabinetto, funzione che ha espletato fino al 2001, quando è diventata capo di gabinetto. Dopodiché Razza ha assunto la qualifica di viceprefetto. Negli anni, si è occupata – tra le altre cose – dei rapporti con la stampa, delle relazioni con il pubblico e della statistica, oltreché dell’osservatorio per l’incidentalità stradale. È stata commissario straordinario nei comuni di Villanova (2001) e Ottone (1994), nonché responsabile del comitato provinciale per l’ordine e la sicurezza pubblica. Nel 2004, Razza è stata insignita dell’onorificenza di cavaliere dell’Ordine al merito della Repubblica italiana, e successivamente – nel 2006 – è passata al grado di ufficiale.

© Copyright 2021 Editoriale Libertà