Piscina di Sarmato, il Comune passa alle vie legali contro il gestore

26 Febbraio 2021

Il Comune di Sarmato ha dato mandato all’avvocato Paolo Scrocchi di procedere per vie legali contro Maurizio Bertolotti, rappresentante della società Emipires che ha gestito il centro sportivo “Paola Scotti” e la piscina negli ultimi dieci anni. Dopo una querelle tra Comune e gestore su presunti interventi mai eseguiti da quest’ultimo, ora si apre un nuovo capitolo.

Secondo il Comune, alla scadenza della concessione il 31 dicembre 2020, il gestore non ha provveduto a riconsegnare al comune le chiavi e le strutture nonostante i solleciti, cosa avvenuta soltanto lo scorso 18 gennaio. Un sopralluogo, poi, ha evidenziato criticità tali da convincere il Comune a denunciare il gestore. Si parla di “rimozione, asportazione, demolizione e manomissione di diverse parti impiantistiche, elettriche e meccaniche di beni di proprietà comunale ma anche la rimozione di sanitari, infissi, pavimenti, rivestimenti e altri elementi di finitura”; inoltre si sottolinea il “pessimo stato di conservazione” di tutti i fabbricati e delle aree esterne. Una situazione che per l’amministrazione “non è accettabile né tollerabile e rappresenta un danno al bene pubblico. Il centro è ora inutilizzabile a meno di consistenti interventi di ripristino e ricostruzione, a carico della collettività sarmatese”. Da qui, la scelta di passare alle vie legali.

© Copyright 2021 Editoriale Libertà