Marta e Iari, un amore internazionale in Valtidone in era Covid

07 Marzo 2021

Lei è spagnola ed è la direttrice per l’Italia dell’Ente del Turismo Catalano; lui, valtidonese “doc”, gestisce a Sarmato l’azienda “I Like Italian Food”, che esporta all’estero, con successo, il meglio della cucina italiana. Marta Teixidor e Iari Alberici abitano a Castelsangiovanni ma hanno la testa (e il lavoro) rivolto sempre all’estero. La loro è una storia d’amore tutta internazionale che ora deve i fare i conti con le luci e le ombre della pandemia di Covid-19.

“Ho incontrato mio marito a una cena a Milano, dove lavoravo, e mi ha portata in Valtidone – spiega Marta -. Ci abito ormai da 13 anni. All’inizio mi mancava il “mio” mare di Lloret de Mar ma adesso mi sono abituata a Piacenza e specialmente alla gastronomia, che è straordinaria”.

La tempesta Covid si è abbattuta pesantemente sul turismo a Barcellona e nel resto della Catalunya. “In un anno, dal 2019 al 2020, le presenze italiane sono crollate da 1,2 milioni a 300mila, l’83% in meno. Stiamo ora “ripensando” nuove strategie per la ripartenza”.

Per il marito Iari, però, frontiere bloccate e distanziamenti hanno spinto a gonfie vele la sua attività di food delivery online: dal sito “I Like Italian Food” si può ordinare dall’estero prodotti italiani di qualità e riceverli, anche freschi, entro 48 ore.

“Piacciono specialmente i salumi e i formaggi, ma anche la pasta, destinati specialmente a Olanda, Germania e Paesi Arabi – spiega -. Questi due anni, con l’esplosione del food delivery, sono stati incredibili per noi”.

© Copyright 2021 Editoriale Libertà