Chiappa ai cittadini: “Ora torniamo a fare acquisti”. Su attività sfitte piano di rilancio

13 Aprile 2021

 

Negozi, parrucchieri, estetisti hanno riaperto i battenti ieri, 12 aprile, dopo che la nostra regione è tornata in zona arancione. Restano chiusi bar e ristoranti che stanno pagando ancora un caro prezzo le restrizioni imposte per arginare la pandemia da Covid. “Bene la riapertura delle attività- spiega Raffaele Chiappa presidente di Unione Commercianti Piacenza – ma ora ci rivolgiamo ai consumatori e lanciamo un appello affinché tornino ad acquistare e a far ripartire l’economia e i consumi del territorio. I commercianti attendono poi ancora i ristori “giusti”, perché quelli arrivati fino ad oggi sono stati giudicati insufficienti per far fronte a tutte le spese sostenute”.

Sui negozi sfitti in centro storico a Piacenza, Chiappa annuncia la volontà di realizzare un piano di riqualificazione: “Si tratta di un problema presente da anni, ancora prima dell’arrivo del Covid. La pandemia ha accelerato la desertificazione che si può combattere solo con un progetto unitario di riqualificazione che veda impegnati tutti i soggetti interessati: dalle associazioni di categoria, alle istituzioni e alla cabina di regia”. 

IL SERVIZIO DI MARZIA FOLETTI

© Copyright 2021 Editoriale Libertà