Rovaiola, guardrail chiudono la strada per la stalla: “E ora dove metto le cavalle?”

23 Aprile 2021

Il nuovo alla fine è arrivato, cantieri, guardrail che così non si vedevano da anni, cartelli nuovi di pacca, ma la modernità e le sue esigenze sono passate sopra al vecchio come un rullo, chiudendo i sentieri a lato strada, quelli che, nelle cartine di Anas e di chi fa i progetti, neppure si vedono, ma esistono nella tradizione delle famiglie di Rovaiola, nel comune di Corte Brugnatella. Uno di questi sentieri, infatti, porta alla stalla di Gino Macellari, 90 anni lui, oltre 100 la sua vecchia cascina dove da sempre trasferisce le cavalle in primavera e in estate. Quando Gino è nato, la stalla c’era già, ma quest’anno, finiti i necessari cantieri di messa in sicurezza delle curve della zona, il luogo è diventato irraggiungibile, perché la barriera non ha tagli, va avanti dritta. “Solitamente utilizzavo la nostra antica stalla per le cavalle che devono partorire, abbiamo sette cavalli, proprio stanotte è nato un puledro”, spiega Macellari. “Sono stati chiusi anche i sentieri che portavano alle rocce del Trebbia dove in estate in tanti adorano fare i tuffi e il bagno, è un punto speciale del fiume quello, ma ora non ci si arriva più”.

 

© Copyright 2021 Editoriale Libertà