Cucina “stellare” al San Giacomo: lo chef Chiappini Dattilo tutor delle cuoche

24 Aprile 2021

Una collaborazione “stellare” quella che l’ospedale di medicina fisica e riabilitativa “San Giacomo” di Ponte dell’Olio ha intrapreso con lo chef Filippo Chiappini Dattilo che, per una decina di giorni, sarà al fianco delle cuoche della struttura per elevare ulteriormente la qualità dei pasti che vengono serviti quotidianamente ai degenti.

“Il San Giacomo – riferisce il presidente Giampiero Melani -, già dal 1993, anno della riconversione in riabilitazione ha “adottato” tre grandi stelle: la competenza, l’accoglienza e la gentilezza. Purtroppo nel 2020 e nel 2021, a causa del Covid, l’accoglienza ha potuto brillare molto meno perché le visite non sono state possibili e i contatti sono stati solo virtuali e a distanza. Le grandi sale da pranzo di ogni piano sono chiuse ed i pasti vengono serviti in camera, dove il paziente, per evitare pericolosi contatti, passa molto del suo tempo. E’ mancata l’atmosfera di accoglienza che il San Giacomo ha sempre offerto a fine terapeutico per rendere serene le giornate di degenza”.

Con l’auspicio di tornare al più presto alla normalità, l’amministrazione del San Giacomo, ha “ingaggiato” lo chef Chiappini Dattilo per un corso in presenza operativa in cucina rivolto alle cuoche, con il titolo “Sapori da esaltare”. “Lo Chef – rileva Melani – in quanto tale, di norma si occupa di ideare ed insegnare i piatti ai cuochi , e il San Giacomo, volendo proprio migliorare la qualità della sua cucina interna, ha ritenuto importante che i sapori dei piatti preparati per i pazienti, potessero essere migliorati con particolari accorgimenti che solo un professionista di alto livello può dare, oltre che a introdurre ricette nuove”.

 

© Copyright 2021 Editoriale Libertà