Gragnano, al via il Centro vaccinale. Una 90enne la paziente più anziana

24 Aprile 2021

È una novantenne la più anziana tra i gragnanesi che hanno ricevuto la prima dose di vaccino Moderna, nel centro vaccinale di prossimità inaugurato nella palestra del Comune.
Il gruppo complessivo contava una settantina di residenti over 80, la maggior parte già vaccinata a domicilio nel corso della settimana.

“Le operazioni di contatto delle famiglie e dei positivi ha consentito di stilare un elenco preciso delle persone che dovevano essere assolutamente vaccinate nella propria abitazione e quelle che erano in grado di venire al centro – spiega Patrizia Calza, sindaca di Gragnano -. Rimane ancora un gruppetto che sta bene, ma che ha deciso di non sottoporsi al vaccino”.

La realtà delle sede vaccinali di prossimità ha visto un impegno di sinergia tra Asl, Comune e volontari : “Siamo molto contenti di questa organizzazione, è un segnale di vicinanza del servizio sanitario alle famiglie. Questo è stato possibile anche grazie all’aiuto dei volontari della Croce Rossa e dei nostri concittadini che hanno accompagnato l’equipe mediche e infermieristiche direttamente alle abitazioni, conoscendo luoghi e persone hanno consentito di risparmiare tempo”.
“Il nostro ringraziamento va a tutti gli operatori sanitari e in particolare alla dottoressa Andena. Anche per noi comuni è stato impegnativo, il nostro servizio sociale ha lavorato tantissimo ma è stato l’unico modo per far emergere situazioni meno conosciute al sistema o bisognose di essere avvicinate per essere convinte per effettuare la somministrazione”.

Qualcuno non era favorevole a sottoporsi alla vaccinazione, “ma il contatto diretto e la fiducia riservata all’assistente sociale hanno permesso di cambiare idea”. Non è stato così per tutti, “ma il vaccino rimane l’unica via sicura che abbiamo per combattere la pandemia”.

© Copyright 2021 Editoriale Libertà