Covid, a Piacenza contagi in forte calo: -40%. “Numeri quasi da zona bianca”

11 Maggio 2021

Nuovi contagi quasi dimezzati: -40,1 per cento, da 314 a 188 nell’arco di sette giorni. Decessi calati da cinque a due, vaccinazioni in costante aumento (+11,5 per cento) e ricoveri su un livello stabile (da 66 a 71 pazienti). E’ la fotografia della pandemia da Covid nel Piacentino dal 3 al 9 maggio, a confronto rispetto alla settimana precedente. I numeri emergono dal report fornito dall’Ausl; in particolare, l’incidenza dei positivi ogni centomila abitanti si attesta a quota 66, ben al di sotto di quella regionale (110) e nazionale (112).

“I dati epidemiologici sono molto buoni – commenta il direttore generale dell’Ausl Luca Baldino – il tasso di diffusione del Covid corrisponde alla metà di quello riportato nel nostro Paese. L’aumento dei positivi registrato la settimana precedente era un’anomalia. Piacenza si trova in una situazione quasi da zona bianca, fermo restando che si tratta di una fascia stabilita per tutta la regione. Va detto, però, che condivido la paura nell’eccesso delle riaperture. Un po’ di prudenza non fa mai male”.

A livello locale, il virus resta predominante nelle fasce 0-17 anni (28 per cento) e 18-40 anni (31 per cento). “Tra i giovani comunque – osserva Baldino – la trasmissione del Covid si è abbassata drasticamente. Anche i contagi nelle scuole sono diminuiti. E la proporzione fra pazienti sintomatici e asintomatici è migliorata ulteriormente”.

IL REPORT COMPLETO DELL’AUSL

VACCINI – La copertura della popolazione assistita dall’Ausl di Piacenza, sopra i 16 anni d’età, risulta al 33 per cento, a fronte di 82mila persone che hanno ricevuto almeno una dose anti-Covid. “Da questa settimana – annuncia Baldino – aumenteranno le vaccinazioni, fino a duemila al giorno, grazie a nuove consegne”.

Da giovedì i nati tra il ’67 e il ’71 potranno fissare la vaccinazione direttamente dal proprio medico di base. “Domani – puntualizza il direttore generale dell’azienda sanitaria – ci sarà un incontro con le organizzazioni sindacali per definire le modalità esatte. Le prenotazioni e le somministrazioni saranno effettuate negli ambulatori dei medici di base, utilizzando perlopiù le fiale di Pfizer”.

Gli ambulatori di prossimità programmati per i prossimi giorni sono a Carpaneto (venerdì 14 maggio) e Alta Val Tidone (sabato 15 maggio) per l’erogazione delle seconde dosi.

IL SERVIZIO DI THOMAS TRENCHI

© Copyright 2021 Editoriale Libertà