Cellette cinerarie esaurite, decine di urne in attesa di sepoltura

29 Maggio 2021

“Dal Comune di Piacenza non riesco ad ottenere la disponibilità di un dignitoso loculo cinerario per mio padre, perché sono finiti, e tuttavia, a due anni dalla morte, lo stesso ente ha preteso che nel modulo da compilare per spostare le ceneri da casa di mia madre alla mia inserissi pure il numero di targa della mia auto”.

A parlare è una professionista cinquantenne alle prese – al pari di decine e decine di piacentini – con la dolorosa necessità di fornire una degna sepoltura un proprio familiare. Mancano le cellette funerarie, e questo ormai quando l’emergenza dei morti Covid è per fortuna soltanto un lacerante ricordo.

“Sono diverse decine – fanno sapere dall’orizzonte dei titolari delle imprese di esequie funebri piacentine – le urne in attesa di avere una sepoltura”. Il gestore, Servizi Cimiteriali Piacenza, parla di responsabilità del Comune che restituisce le accuse al mittente.

© Copyright 2021 Editoriale Libertà