L’appello: “A Piacenza poche adesioni nella fascia 12-18 anni, non abbiate paura”

13 Giugno 2021

“Niente paura, anche i giovanissimi devono vaccinarsi”.
L’appello della dottoressa Anna Maria Andena, responsabile delle cure primarie dell’Ausl di Piacenza, parte da una fotografia dell’attualità, dal clima di scetticismo verso le iniezioni anti-Covid prevalente in molte famiglie di bambini e adolescenti. “Nel nostro territorio infatti – spiega Andena – le prenotazioni nella fascia tra i 12 e i 19 anni, avviate una settimana fa, restano su livelli bassi. Solo il 27-28% della popolazione giovanissima ha fissato un appuntamento, per ora. L’intenzione è quella di favorire le somministrazioni nei fine settimana, in modo che i genitori possano accompagnare i figli minorenni senza alcun problema lavorativo”.

Andena ha fatto il punto sull’andamento delle vaccinazioni in occasione della cerimonia di premiazione per l’impegno durante la pandemia organizzata dal comitato “New voice” dei Lions di Piacenza. Per quanto riguarda le Usca, le squadre sanitarie inviate casa per casa ad assistere le persone contagiate, “l’attività

risulta in forte calo, le segnalazioni di pazienti sono sempre meno. Va detto, però, he anche tra i mesi di giugno e luglio dell’anno scorso si era registrata questa diminuzione di interventi a domicilio, per poi purtroppo affrontare una risalita dei contagi. Stavolta auspichiamo nel contenimento dell’ondata garantito dall’immunizzazione. Ma se la popolazione fino ai 20 anni d’età resterà poco vaccinata, si rischierà di veder proliferare le varianti di Coronavirus tra i giovani”. E a settembre, poi? “Qualche infezione di Covid ci sarà sempre – risponde Andena – seppur in maniera sporadica. Speriamo pochi casi, nulla di più”.

Oltre alla dottoressa Andena, durante l’iniziativa dei Lions, sono stati inoltre premiati i medici Laura Ricevuti di Codogno, Rebecca Re di Voghera e Camillo Schiantarelli di Mortara, insieme ai volontari Claudio Tamborlani di Parma e Lorenzo Dizioli di Cremona.

L’INTERVISTA DI THOMAS TRENCHI:

© Copyright 2021 Editoriale Libertà