Farnesiana, incendio nell’area del nuovo ospedale. Il progetto non si ferma

30 Giugno 2021

Il surriscaldamento di una trebbiatrice potrebbe essere la causa dell’incendio che si è scatenato nel primo pomeriggio di ieri, 29 giugno, e che ha divorato un campo agricolo nella zona della Farnesiana, sulla strada provinciale tra Piacenza e Mucinasso. Le autorità competenti stanno eseguendo i rilievi e le analisi per capire cosa può aver innescato il rogo. Dai primi accertamenti sembra da escludere l’atto doloso come invece ipotizzato da alcuni cittadini sui social dove in queste ore è stato sollevato il dubbio di un’azione deliberata, visto che parte del terreno è compreso nella famosa macroarea 6, dove verrà costruito il nuovo ospedale di Piacenza, il cui progetto definitivo verrà presentato a breve dall’Ausl. L’incidente non compromette il piano.

L’incendio è scoppiato ieri intorno alle 14 e le fiamme si sono propagate velocemente, anche a causa del forte vento, per centinaia di metri e un fumo nero ha avvolto le palazzine del quartiere Peep spingendosi fino alla via Emilia. Imponente è stato il dispiegamento di forze per contenere danni e pericoli. Le fiamme, alte anche sei metri, hanno infatti quasi raggiungo alcune abitazioni della zona e la cisterna gpl di un distributori di benzina Q8 che si trova sulla strada. Sul posto sono intervenuti i vigili del fuoco con diverse squadre e autobotti oltre a polizia municipale, polizia stradale, polizia provinciale e carabinieri. L’intervento ha reso necessaria l’interruzione della circolazione tra Piacenza e Mucinasso per un paio di ore.

© Copyright 2021 Editoriale Libertà