Fiera di Sant’Antonino, arrivano i primi ambulanti: “Per noi è una rinascita”

03 Luglio 2021

Sono da poco passate le 17.00 del 3 luglio e i primi furgoni iniziano ad arrivare sul Pubblico Passeggio: l’emozione, dopo oltre un anno di inattività a causa della pandemia, è tangibile. Non solo tra gli ambulanti, che finalmente possono tornare a respirare l’aria di fiera, ma anche tra i piacentini per i quali ogni estate (tranne quella scorsa) la frase “andiamo a fare un giro sulla fiera” era piacevole consuetudine.

Domani, domenica 4 luglio, ricorre la festa del Patrono di Piacenza e finalmente – è proprio il caso di dirlo – si può tornare a fare quattro passi tra le bancarelle della tradizionale fiera. Gli stand, a partire proprio da questo pomeriggio, sono dunque spuntati sul Pubblico Passeggio e non solo: saranno poco più di 230, dislocati anche in via Genova, corso Vittorio Emanuele e via Palmerio.

“Per noi è un ritorno alla normalità – ha spiegato raggiante Patrizia Salazar, titolare di un’attività che vende oggetti d’arredo  – tanti nostri clienti ci hanno già scritto in vista di domani, sarà bellissimo poterli ritrovare sulla fiera. Ci aspettiamo una buona affluenza”.

“Per noi – spiega il gestore di una paninoteca ambulante – Sant’Antonino è una tappa fissa ogni anno. Veniamo da Brescia e non vediamo l’ora di servire panini e bibite ai piacentini, che hanno sempre apprezzato i nostri prodotti. Speriamo sia così anche quest’anno: la speranza è che il tempo sia clemente, dato che le previsioni non promettono nulla di buono”.

Le zone interessate dalla fiera sono state transennate e chiuse alla circolazione dalla polizia municipale e da alcuni volontari di diverse associazioni piacentine. “Dalle 20.30 – ha spiegato il commissario superiore Giuseppe Addabbo – chiuderemo anche la zona fieristica compresa tra piazzale Genova e il Domen di Corso Vittorio Emanuele, viale Palmerio e viale Beverora per consentire agli ambulanti di raggiungere le proprie postazioni”.

© Copyright 2021 Editoriale Libertà