Veleia: con Ristrutturazione di Sergio Rubini emozioni al festival di Teatro antico

19 Luglio 2021

Grande emozione per il ritorno del Festival del teatro antico di Veleia, diretto da Paola Pedrazzini. Dopo un anno di forzata sospensione per la pandemia, il sito archeologico è tornato ad animarsi di arte, mito, storie. L’apertura del festival è stata affidata a un’icona del cinema italiano, l’attore, autore e regista Sergio Rubini che ha presentato il suo nuovo esilarante spettacolo Ristrutturazione, scritto con Carla Cavalluzzi.
In scena anche i bravissimi quattro musicisti della band “Musica da rispostiglio”.

Sergio Rubini è arrivato a Veleia, dopo aver presentato a Cannes In film “The story of my life” di una regista ungherese regia di Ildikó Enyedi, di cui lui è coprotagonista. La prima volta Rubini percorse il red carpet del festival di Cannes nell’87 con il maestro Federico Fellini che lo aveva voluto come suo alter ego da giovane per il film L’Intervista. Il Cannes 2021 è stato invece l’anno del Leone d’oro alla carriera per il maestro piacentino Marco Bellocchio.

Alla serata inaugurale del festival, sono intervenuti per i saluti finali il sindaco di Lugagnano Antonio Vincini e il presidente della Fondazione di Piacenza e Vigevano Roberto Reggi che hanno consegnato a Rubini una scultura a in terracotta a tuttotondo che rappresenta un guerriero loricato, coperto dall’armatura, realizzato anche quest’anno, in esclusiva, dal Maestro Sergio Brizzolesi. Al termine dello spettacolo, con l’impegno di Pro Loco veleiate, degustazione con il salumificio La Rocca di Castell’Arquato, l’Azienda Agricola Fabrizio Camorali e Tollara Vini.

© Copyright 2021 Editoriale Libertà