“Daniele e Sonia come sposi”: a Carpaneto l’ultimo straziante saluto

07 Agosto 2021

Una chiesa gremita per l’ultimo saluto ai due ragazzi Daniele Zanrei e Sonia Tosi, morti domenica 1 agosto mentre in sella alla loro Vespa stavano percorrendo la strada di Zena di Carpaneto. Sono stati travolti da un’auto e in un secondo la loro vita è stata spezzata.  “Le mamme hanno chiesto che questo sia il loro matrimonio”, dice don Giuseppe Frazzani, in chiesa a Carpaneto, mentre proprio come nel sì per sempre prima è entrato lo sposo, Daniele, ma nella bara su cui sopra, tra i fiori bianchi, sta scritto “I tuoi genitori che ti adorano”. Accanto a lui, lì, sull’altare, dove gli amici hanno lasciato il suo casco con la scritta “Zan”, c’è la sua sposa, Sonia. La chiesa, anche per motivi di sicurezza legati al Covid, non ha potuto accogliere tutti e la celebrazione è stata seguita anche all’esterno tramite gli altoparlanti. Monsignor Luigi Chiesa, vicario generale ha letto un messaggio di cordoglio e vicinanza del vescovo Adriano Cevolotto. Il vicesindaco Paola Campopiano ha citato un passaggio del libro “Piccolo Principe”; dall’altare hanno parlato le sorelle di Sonia, gli amici più cari di Daniele, tenendo stretto in mano uno striscione bianco, con le parole per loro. “Ora siamo un’unica grande famiglia”, hanno detto i familiari dei due giovani. A fine cerimonia, palloncini in cielo, a forma di unicorno. E la canzone di Ariete, “L’ultima notte siamo solo io e te, dimmi che ti ricorderai di me”.

IL MESSAGGIO DEL VESCOVO ADRIANO CEVOLOTTO

>

 

 

 

© Copyright 2021 Editoriale Libertà