“Paura in vetta, quasi giù da un precipizio”: escursionisti piacentini sul Gran Sasso

27 Agosto 2021

Hanno temuto il peggio: “Vedere un amico che cade e rischia di finire in un precipizio, in mezzo alla pioggia torrenziale, resta un’immagine indelebile”. Per fortuna, però, i quattro escursionisti piacentini Giorgio Vincenti, Matteo Gazzola, Simone Scrivani e Paolo Vernasca stanno bene. Ieri sono stati infatti protagonisti di una disavventura in cima al Gran Sasso, il massiccio montuoso più alto degli Appennini, in Abruzzo. A causa del maltempo, Gazzola è caduto e si è procurato una lussazione alla spalla. E’ stato perciò soccorso dall’eliambulanza e trasportato all’ospedale di San Salvatore, nel comune de L’Aquila. “Il maltempo non era previsto – racconta Vincenti – il mio amico è scivolato e, per fortuna, è riuscito ad aggrapparsi a una roccia”.

Pochi minuti dopo, un altro incidente ha riguardato Scrivani, che ha perso l’equilibrio compiendo un volo di quattro metri. Nessuno ha riportato conseguenze preoccupanti: il loro viaggio ora prosegue verso il Gargano.

L’INTERVISTA DI THOMAS TRENCHI:

© Copyright 2021 Editoriale Libertà