Sorpresi in auto con armi o oggetti atti ad offendere: tre denunce nel Piacentino

22 Ottobre 2021

Un operaio di 26 anni, un automobilista di 38 anni e un autotrasportatore di 53 anni sono stati sorpresi con armi o oggetti atti ad offendere e denunciati all’Autorità Giudiziaria.
I carabinieri del Comando Provinciale di Piacenza nell’ambito dei servizi predisposti finalizzati a garantire sicurezza e rispetto della legalità hanno controllato e denunciato i tre soggetti per porto abusivo di armi o oggetti atti ad offendere.
Nello specifico, a Castel San Giovanni di notte, i militari della Stazione di Borgonovo, hanno fermato e controllato un operaio di 26 anni alla guida della propria autovettura. Nel vano porta oggetti custodiva un cutter con una lunga lama, mentre sotto il proprio sedile un involucro con alcuni grammi di hashish, sottoposti a sequestro. Gli è stata ritirata la patente ed è stato segnalato come assuntore di sostanze stupefacenti.

A Piacenza, invece, una pattuglia del Radiomobile della Compagnia nel primo pomeriggio ha fermato un autotrasportatore 53enne, di origini albanesi, mentre lungo la strada Caorsana, camminava a piedi impugnando un bastone da baseball lungo circa 77 cm, che è stato sequestrato.

A Ottone, i carabinieri della locale Stazione, durante un controllo sulla SS 45, hanno fermato un automobilista di 38 anni trovato in possesso di un coltello di genere proibito che è stato subito sequestrato. L’uomo era in compagnia di un amico di 44 anni che è stato trovato in possesso di alcuni grammi di marijuana e per questo segnalato alla locale Prefettura quale assuntore di droga.

© Copyright 2021 Editoriale Libertà