Viale Malta, l’ex caserma “Zanardi Landi” sarà demolita: ok in consiglio

25 Ottobre 2021

Via libera alla demolizione dell’ex caserma “Zanardi Landi” di viale Malta, in stato di degrado e abbandono ormai da anni. L’ok all’intervento delle ruspe è arrivato oggi, 25 ottobre, in consiglio comunale, con voto favorevole all’unanimità. L’area sarà trasformata in un parcheggio, su una superficie di 20mila metri quadrati. S’ipotizza la realizzazione di circa 180 posti auto.

Il progetto di abbattimento – dal costo di 330mila euro, di cui 195mila euro a carico del Comune – compete all’Agenzia del Demanio. “Si punta a valorizzare la zona – spiega l’assessore all’urbanistica Erika Opizzi – perché si tratta di un luogo strategico della città, anche dal punto di vista culturale”. A metà novembre il Demanio pubblicherà un bando di gara per l’opera di eliminazione del fabbricato: l’inizio dei lavori è previsto a dicembre.

Da Luigi Rabuffi (Piacenza in Comune) l’invito a considerare anche “l’installazione di più rastrelliere per le biciclette”, oltre agli spazi di sosta per le vetture.

“Ben venga questo provvedimento – aggiunge Massimo Trespidi (Liberi) – che porta all’eliminazione di un rudere pericoloso, un rifugio di senzatetto e persone sbandate. Occorrerà però potenziare l’illuminazione e favorire nuove piantumazioni”. Anche Michele Giardino (gruppo misto) plaude alla misura dell’amministrazione comunale, ma sottolinea la necessità di “dare più colore al futuro parcheggio, non limitandolo solo a una distesa grigia d’asfalto”.

NUOVI POSTI AUTO IN OSPEDALE – In arrivo qualche posto auto in più davanti all’ospedale di Piacenza. Lo annuncia Lorella Cappucciati (Lega): “Nel giro di poche settimane, il chiosco di fronte all’ingresso di via Taverna sarà demolito, lasciando spazio ad alcuni posteggi bianchi per tutta l’utenza e rosa per le donne in gravidanza”.

VALZER IN CONSIGLIO – Cambio di casacche in consiglio comunale a Piacenza. A partire da oggi, Sergio Pecorara (prima in Forza Italia e poi nel gruppo misto) è entrato nella “squadra” della Lega. Andrea Pugni, invece, è passato dai Cinquestelle al gruppo misto: per lui, in vista delle prossime elezioni amministrative, si profila probabilmente un futuro nel centrodestra.

IL SERVIZIO DI THOMAS TRENCHI:

© Copyright 2021 Editoriale Libertà