“Vivere la morte con fede”: la messa del vescovo nel cimitero di Piacenza

01 Novembre 2021

“Non si può scegliere né quando né come morire: possiamo solo attrezzarci per vivere al meglio l’esperienza umana”. Con queste parole, il vescovo di Piacenza e Bobbio Adriano Cevolotto ha introdotto oggi la messa nella chiesa di Santa Maria del Suffragio nel cimitero urbano per la commemorazione dei Santi e dei defunti, dopo un doloroso anno e mezzo in cui i cittadini – in particolare nel nostro territorio – hanno pianto tanti, troppi familiari o amici morti a causa del Covid.

“Oggi la celebrazione rappresenta anzitutto un ritorno alla normalità, al ritrovo delle persone dopo la pandemia”. Ma non solo, ovviamente. Secondo il vescovo “questa giornata ci richiama al rapporto con la morte esasperato l’anno scorso in periodo di Covid. E’ un’esperienza difficile da vivere. Non è semplice entrare nel camposanto, perché ci conduce al passato con i nostri cari defunti e ci invita a vivere con fede il distacco”.

Accanto al vescovo Cevolotto, presenti i canonici e i parroci di Duomo, San­t’An­na, San Paolo, Santa Brigida e San Giovanni in Canale, Sant’Antonino, Santa Franca, Santa Teresa, San Savino, San Francesco, San Pietro e Santa Maria di Gariverto, Preziosissimo Sangue e San Corrado. Domani alle 10.30 si terrà la messa al Famedio Militare del cimitero di Piacenza in suffragio di tutti i caduti in guerra.

IL SERVIZIO DI THOMAS TRENCHI:

© Copyright 2022 Editoriale Libertà