Speranza: “Dal 1° dicembre terza dose a 40-60enni. Modifica a green pass guariti”

10 Novembre 2021

“Dal primo dicembre sarà chiamato alla terza dose anti-Covid anche chi ha tra 40 a 60 anni. Si tratta di un passo assolutamente strategico per la campagna vaccinale”. Lo ha detto oggi, 10 novembre, il ministro della salute Roberto Speranza rispondendo al question time alla Camera. “Abbiamo iniziato da immunocompromessi, fragili, sanitari, over 60 e chi ha avuto Johnson&Johnson”.

Non solo. Novità in arrivo per il green pass: “La durata per i soggetti guariti è di 6 mesi e per i vaccinati e di 12 mesi. Il governo intende avviare un percorso di approfondimento per acclarare se vi siano le condizioni per valutare diversamente il certificato verde rilasciato ai guariti. Le evidenze suggeriscono che il rischio di reinfezione è basso. La guarigione con la somministrazione di una dose viene dunque equiparata alla vaccinazione, con conseguente validità della certificazione verde di 12 mesi a partire dall’iniezione”.

Scatta la revoca del green pass per chi risulta contagiato dal Covid: “Resta evidente che chi è identificato come caso positivo è sempre soggetto a isolamento ed è escluso a rigore l’uso del certificato verde se il titolare è causa di possibile infezione. La revoca segue una doppia opzione: la segnalazione del medico o il tampone positivo i cui dati convergono su piattaforma regionale”.

ANTICORPI MONOCLONALI – “Il ministero ha favorito l’uso tempestivo degli anticorpi monoclonali dal febbraio 2021. Gli acquisti – ha aggiunto Speranza – sono fin qui stati disposti dal commissario all’emergenza. Le attuali giacenze complessive sono adeguate ai fabbisogni delle regioni e le richieste hanno avuto sempre riscontri adeguati”.

© Copyright 2022 Editoriale Libertà