“Via libera per il trapianto di reni a due piacentini in un giorno: mai successo”

23 Novembre 2021

Doppio via libera a ricevere un trapianto di reni per due pazienti piacentini. Quasi in contemporanea. “Non succedeva da tempo, è un risultato fantastico”, commenta soddisfatto il primario di Nefrologia Roberto Scarpioni.

Nei giorni scorsi, appena l’equipe dell’ospedale di Piacenza ha saputo che il centro di trapianti a Bologna disponeva di reni compatibili, i due malati sono stati trasferiti nel capoluogo emiliano. Il primo, un giovane classe 1990, ha già ricevuto l’organo, dopo un’attesa di oltre un anno. Il secondo invece, un 68enne, ha eseguito la biopsia renale e aspetta l’ok definitivo per andare sotto i ferri: salvo sorprese, molto presto toccherà anche a lui.

“Grazie a questo intervento i due pazienti piacentini non dovranno più dipendere dalla macchina della dialisi. Nel primo anno, comunque, sarà necessario sottoporsi a controlli stringenti. Ma la qualità della loro vita migliorerà in maniera notevole”.

TRAPIANTI IN CALO – “Nel 2019 i trapianti di reni partiti da Piacenza verso i centri di Pavia, Parma o Bologna – chiarisce il primario di Nefrologia – erano stati 21. Nel 2020, a causa dello spostamento del personale sanitario sul fronte del Covid, il dato è crollato a dieci. E ad oggi, nel 2021, siamo a quota otto. Insomma un annus horribilis, che tuttavia incornicia la splendida notizia di una doppia chiamata nello stesso momento”.

IL SERVIZIO DI THOMAS TRENCHI:

© Copyright 2022 Editoriale Libertà