Variante sulla 45, il sindaco di Travo: “Parere negativo della Soprintendenza”

04 Dicembre 2021

“La Soprintendenza, l’ente che dà parere vincolante sulla variante tra Rivergaro e Cernusca, sulla Statale 45, ha già dato parere negativo al progetto di Anas”. Lo ha annunciato giovedì sera il sindaco di Travo, Lodovico Albasi, all’incontro pubblico voluto da Legambiente, No tube, Comitato terme. Un incontro preceduto da altri due, a Rivergaro e Bobbio per discutere la proposta di progetto di Anas sulla variante della statale 45 tra Rivergaro e Cernusca.

“Ci siamo trovati ora un progetto definitivo di difficile interpretazione – precisa il primo cittadino -. Anas per la prima volta lo propone in Valutazione d’impatto ambientale tutto insieme, per accelerare i tempi, ma se i territori chiedono cambiamenti sostanziali, corposi, al progetto della variante Rivergaro-Cernusca, questo viene stralciato e si riparte da zero, si ricomincia”.

Nel territorio di Travo insisteranno cinque rotonde sulle otto totali in undici chilometri: “Anch’io di alcune non comprendo il senso – continua Albasi -. Ho chiesto ripetutamente ai progettisti di venire qui a spiegarci le ragioni delle scelte, ma senza esito. Sono andato a novembre a Roma, a Bologna, più volte nell’ultimo mese, ho parlato anche con il commissario Aldo Castellari. Quello che mi dicono è che su quel tratto di “45” insistono 104 accessi, di cui il novanta per cento non risulta a norma. Un accesso non lo puoi chiudere, quindi si è pensato alla soluzione della rotonda per aumentare il livello di sicurezza”.

Ci sono anche dei tempi, incalzanti: “Il 31 dicembre 2022 scadranno i finanziamenti europei previsti, entro quella data ci deve essere l’appalto fatto», conclude Albasi.

Ma con il parere negativo della Soprintendenza che succede ora? “Il parere è vincolante, ma si può aprire un confronto tra i ministeri, quello delle Infrastrutture e dei Beni culturali, per cercare di risolvere il conflitto tra le due diverse esigenze. Noi intanto, come Comuni di Rivergaro e Travo, raccogliamo le osservazioni dei cittadini, potete scriverci all’Ufficio tecnico, già alcuni pareri sono arrivati. Parteciperemo poi alla Conferenza dei servizi”.

TUTTI I DETTAGLI NELL’ARTICOLO DI ELISA MALACALZA SU LIBERTA’

© Copyright 2022 Editoriale Libertà