Sequestro di persona, traffico di stupefacenti, estorsione. Tre arresti della Finanza

23 Febbraio 2022

I militari della Guardia di Finanza di Piacenza, all’alba di questa mattina, hanno eseguito un’ordinanza di applicazione di misure cautelari personali (emessa dal Giudice per le Indagini Preliminari del Tribunale di Lodi) nei confronti di cinque soggetti ritenuti presunti responsabili, a vario titolo, per sequestro di persona ai fini estorsivi, estorsione, rapina e traffico di sostanze stupefacenti.

Tre di questi sono finiti in carcere, per uno di loro è stato disposto l’obbligo di firma e il divieto di dimora, mentre per un quinto indagato solo l’obbligo di firma.

L’indagine delle fiamme gialle ha inizio nel mese di dicembre 2020, quando a finire in manette erano state due persone trovate in possesso di un ingente quantitativo di droga, nascosto a bordo dell’auto su cui viaggiavano.

Nel corso delle successive attività la guardia di finanza ha sequestrato 5 chili e mezzo di marijuana, 3 chili di hascisc, più di mezzo chilo di cocaina e oltre mille euro in contanti. Non solo: l’operazione ha consentito ai militari di sequestrare anche un mini-arsenale composto da sette armi (tra cui tre pistole), 800 munizioni e quasi due chili di polvere da sparo.

Lo sviluppo delle indagini, coordinate e dirette dalla Procura della Repubblica di Lodi (in riferimento a episodi avvenuti nel Basso Lodigiano) ha permesso di far luce sui metodi intimidatori e violenti dei soggetti coinvolti, svelando fenomeni criminosi che vanno dall’estorsione alle minacce, dalle lesioni personali fino al sequestro di persona, quale conseguenza di “debiti” non pagati.

© Copyright 2022 Editoriale Libertà