Doveva scontare una pena ad un anno e sei mesi per frode: arrestato. Altre due denunce

03 Maggio 2022

I carabinieri delle compagnie di Piacenza, Bobbio e Fiorenzuola, supportati dalle pattuglie dei rispettivi Nuclei Radiomobile, negli ultimi due giorni hanno intensificato i controlli del territorio concentrandoli soprattutto nei luoghi di aggregazione e sulle principali vie di comunicazione. Obbiettivi primari sono stati l’identificazione di soggetti di interesse operativo, la prevenzione e repressione dei reati in genere, in materia di circolazione stradale con particolare riferimento alla guida sotto l’effetto di sostanze alcoliche e stupefacenti, nonché in materia di uso personale di droghe.

UN ARRESTO – Nel corso dei mirati servizi predisposti, i carabinieri della stazione di Vernasca, in esecuzione di un ordine di carcerazione emesso dal tribunale di Bergamo, hanno arrestato un 36enne straniero condannato a scontare la pena di un anno e sei mesi tre per frode in concorso. L’uomo è stato fermato e controllato ieri mattina ad Alseno mentre era a bordo di un’auto condotta da un connazionale: lo straniero è finito in manette per poi essere trasferito in carcere a Piacenza.

DUE DENUNCE – Particolare attenzione è stata rivolta anche al controllo della circolazione stradale: a questo proposito i carabinieri del Nucleo Radiomobile della compagnia di Bobbio, durante un posto di blocco, hanno fermato a Pianello un automobilista di 69 anni alla guida della propria vettura. Era visibilmente ubriaco ed è stato quindi sottoposto ad accertamento con etilometro. Risultando positivo (con un valore di oltre due volte al limite consentito) è stato denunciato per guida sotto l’influenza di alcool. La patente di guida gli è stata ritirata.

Infine, a Spettine di Bettola, i carabinieri della locale stazione hanno denunciato uno straniero di 21 anni, in Italia senza fissa dimora, per ingresso e soggiorno illegale nel territorio dello Stato. Sprovvisto del permesso di soggiorno, il giovane all’esito del fotosegnalamento, è risultato irregolare nel territorio italiano. E’ stato quindi denunciato e accompagnato in questura.

© Copyright 2022 Editoriale Libertà