Rivolta in carcere per un dente cariato, chieste pene tra 6 e 9 mesi

30 Giugno 2022

Una rivolta in carcere per un dente cariato che non era stato riparato con ceramica. Un detenuto marocchino, scontento dell’otturazione, aveva minacciato: “La pagherete cara”. Ne era seguita una rivolta andata avanti per due giorni nel settembre del 2016: braccio del carcere occupato, 6 agenti feriti, agente per un soffio sfuggito al sequestro, episodi di autolesionismo, panche, plafoniere, calciobalilla e altri oggetti distrutti o danneggiati. Per placare i detenuti capeggiati dal marocchino erano dovuti intervenite 50 agenti in tenuta antisommossa.

Ieri in tribunale sono stati visionati i filmati della rivolta che vede una dozzina di imputati. Il pm per loro ha chiesto pene comprese fra i 6 e i 9 mesi. Le accuse a vario titolo sono quelle di resistenza e lesioni a pubblico ufficiale e danneggiamento. Il processo è stato rinviato al prossimo autunno per la sentenza.

© Copyright 2022 Editoriale Libertà