Cieco derubato del guinzaglio del suo cane guida. “Sono disgustato”

17 Agosto 2022

Brigida è una labrador bionda di dieci anni, e da otto è gli occhi (e la vita) di Filippo. Il giorno di Ferragosto Filippo e Brigida sono usciti per due passi sotto casa, sul Pubblico Passeggio. Il giovane, che di cognome fa Siciliano e lavora all’Ufficio scolastico provinciale a palazzo Garibaldi, è stato punto da una vespa. Un imprevisto, fastidioso, che lo ha costretto a rientrare di corsa in casa – dieci metri in tutto – scordando il guinzaglio di Brigida sulla panchina.

“Ebbene – ripete al telefono Filippo, con pacata educazione ma la ferma volontà di non tacere l’accaduto – sono bastati pochi minuti, il tempo per entrare in casa e mettere del disinfettante dove ero stato punto, per non trovare più sulla panchina il guinzaglio di Brigida”.

Il guinzaglio del suo cane guida era stato rubato da mano ignota. Un brutto episodio che Filippo ha voluto denunciare pubblicamente anche su Facebook, scrivendo “sono veramente disgustato dalla mancanza di educazione che c’è in questa società”.

IL SERVIZIO DI SIMONA SEGALINI SU LIBERTA’ ONLINE E IN EDICOLA

© Copyright 2022 Editoriale Libertà