I pensionati della Celaschi si ritrovano nel ricordo dei fratelli Remo e Pietro

10 Settembre 2022

 

E’ sempre vivo il ricordo per i due fratelli imprenditori Remo e Pietro Celaschi che, grazie all’omonima azienda a Borgo di Sotto di Vigolzone, contribuirono allo sviluppo economico della Val Nure e al benessere delle famiglie dei lavoratori che nei decenni si susseguirono in ditta.

Un nutrito gruppo di pensionati della “Celaschi” si è ritrovato per un momento di ricordo e di convivialità. Prima una preghiera al cimitero di Vigolzone dove riposano i due fratelli, cui hanno partecipato anche le figlie degli imprenditori, e poi il pranzo a Castione con il taglio della torta.

“Celaschi” venne fondata nel 1917 da Federico Celaschi che, nel corso degli anni, fu affiancato dai figli Pietro e Remo. Nel primo dopoguerra “Celaschi” si occupò di revisione di macchine agricole, mentre dagli anni ‘40 iniziò la produzione di macchine per la lavorazione del legno fino agli anni ’60 quando la ditta si specializzò sulle squadratrici, la prima delle quali ebbe un enorme successo alla fiera internazionale di Milano nel 1961 per le sue innovazioni tecnologiche e la sua capacità produttiva.

Nel 2007 l’acquisizione da parte di Scm Group. E’ di qualche giorno fa la demolizione di una parte della storica struttura, non più utilizzata da tempo, per l’ampliamento di Scm.

 

© Copyright 2022 Editoriale Libertà