Turismo in crescita in Appennino: alta offerta “di giornata”, scarsa ricettività

06 Novembre 2022

Turismo in crescita nell’Appennino piacentino, ma c’è ancora qualche criticità, come la non sufficiente capacità ricettiva di alcuni territori. E’ emerso dai lavori degli Stati Generali dell’Appennino di Emilia promossi da Visit Emilia e Gal del Ducato che si sta svolgendo nelle tre province di Piacenza, Parma e Reggio Emilia. Un workshop si è tenuto a Vigolzone e ha messo il focus sulla Valnure in cui la presenza turistica in questi ultimi due anni è notevolmente cresciuta grazie all’offerta di escursioni naturalistiche, di prodotti tipici ed artigianato e al materiale informativo che è molto richiesto.

Fortissima sull’offerta turistica “di giornata”, la Valnure è però carente di strutture ricettive che consentano soggiorni prolungati, punto su cui lavorare nel prossimo futuro, considerando l’ulteriore annoso problema relativo alla mancata copertura telefonica ed internet in diversi punti del territorio ed alcune strade disagevoli per raggiungere punti turistici. E’ stato richiesto anche un maggiore coordinamento tra vallate riguardo agli eventi e alle manifestazioni.

Il workshop di vallata è stato condotto da Pierangelo Romersi, direttore di Visit Emilia, Maria Cristina Piazza, consigliere GAL del Ducato, Ioletta Pannocchia e Massimiliano Gini di Promo PA Fondazione.

I DETTAGLI NELL’ARTICOLO DI NADIA PLUCANI SU LIBERTA’

© Copyright 2023 Editoriale Libertà