Come scegliere il climatizzatore più adatto alle proprie esigenze: i consigli di Decalacque

30 Aprile 2021

 

L’arrivo imminente della stagione estiva e delle conseguenti alte temperature coincide, per molte persone, con un investimento importante per il comfort di casa e ufficio: un nuovo condizionatore.

Inoltre, da un anno a questa parte, passiamo molto più tempo al chiuso a causa della pandemia, per cui non bisogna farsi trovare impreparati.

È però essenziale saper scegliere il condizionatore più adatto al proprio ambiente: sono infatti molti gli aspetti di cui tenere conto nella gestione e nella manutenzione del climatizzatore al fine di garantirne sempre un’ottimale efficienza.

Ne parliamo con Alessandro De Santis, Amministratore Delegato di Decalacque.

Di cosa si occupa Decalacque?

Decalacque si occupa di commercializzare ed installare sistemi di climatizzazione e pompe di calore per applicazioni residenziali e commerciali. Il cliente che si affida a noi ha la garanzia di ricevere un servizio a 360°, dal sopralluogo e la posa dell’impianto fino alla presentazione delle pratiche fiscali che permettono di ottenere le detrazioni previste”.

Come scegliere un nuovo condizionatore?

“I nostri consulenti tecnico-commerciali, a seguito di un sopralluogo, sono in grado di fornire la soluzione più idonea in base alle caratteristiche strutturali degli ambienti e alle esigenze personali del cliente, con l’obiettivo di ottenere il comfort abitativo ottimale.

Tutte le soluzioni che utilizziamo sono tecnologicamente all’avanguardia, siamo in grado di offrire una gamma ampia e versatile di prodotti di alta qualità Made in Italy. Sistema di filtraggio, silenziosità, alti rendimenti ed elevato risparmio energetico sono le caratteristiche delle migliori marche che offriamo, con un occhio di riguardo al design in quanto il condizionatore deve integrarsi in modo armonico nell’ambiente circostante”.

Quali sono i vantaggi che comporta la sostituzione del vecchio climatizzatore?

“I condizionatori di vecchia generazione con il passare degli anni possono presentare diversi problemi rendendo la riparazione più dispendiosa della sostituzione. La tecnologia di produzione dei climatizzatori è in continua evoluzione, pensiamo ad esempio alla tecnologia Full Inverter che offre molteplici benefici quali la temperatura più precisa e costante, ridotti consumi energetici, notevoli riduzioni sonore, maggiore affidabilità; per questo l’acquisto di un nuovo condizionatore migliora sicuramente il comfort e la qualità dell’ambiente in cui si vive.

Quando si sceglie un climatizzatore è anche bene acquistare un apparecchio che utilizzi il gas refrigerante R32 che, oltre a garantire un ridotto impatto ambientale, permette anche di ridurre i consumi. Inoltre, oggi, decidere di sostituire il vecchio condizionatore conviene grazie alla possibilità di beneficiare del bonus fiscale che permette di usufruire dello sconto in fattura immediato del 50%”.

È obbligatorio effettuare una manutenzione programmata per aumentare l’efficienza e diminuire i consumi?

“Non è obbligatorio, ma è consigliabile almeno una volta all’anno effettuare un intervento di manutenzione programmata per mantenere sempre ottimale nel tempo la qualità e l’efficienza degli impianti.  È fondamentale effettuare la pulizia dei filtri, igienizzare e sanificare la batteria di scambio interna oltre a controllare lo stato di carica del fluido refrigerante che compromette la funzionalità dell’apparecchio. Molti vecchi climatizzatori utilizzano ancora il gas R22 che è stato però definito dannoso per l’ozono e che è stato vietato per legge; dunque, in caso di guasto o di perdita, non si potrà più ricaricare e si dovrà quindi provvedere alla sostituzione integrale con un impianto di nuova generazione.

L’impatto del Covid19 nelle nostre vite ci ha costretti ad attuare un cambiamento molto forte nelle nostre abitudini, prestando molta più attenzione all’igiene e alla purifica degli ambienti in cui viviamo, e il tema della qualità dell’aria che respiriamo è diventato ancora più attuale. I condizionatori possono essere luogo di proliferazione di pericolosi germi e batteri (compresa la temibile Legionella), e causare quindi disturbi respiratori più o meno gravi. Per preservare la salute di tutta la famiglia è opportuno effettuare una sanificazione accurata, almeno una volta l’anno.

Ricordiamo che Decalacque è certificata F-GAS per l’installazione degli impianti e i nostri tecnici sono autorizzati alla compilazione del libretto d’impianto obbligatorio dal 2014. Ci assumiamo totalmente la responsabilità tecnico-organizzativa dei progetti per assicurare al cliente precisione nella realizzazione, puntualità nell’assistenza e sicurezza di un unico interlocutore affidabile”.

© Copyright 2021 Editoriale Libertà