Piacenza

Coni, Stefano Teragni si ricandida

6 novembre 2012

“Ho pensato di ricandidarmi – ha detto Stefano Teragni – per dare continuità al lavoro svolto in questi ultimi anni, ma anche per cercare di garantire al meglio lo sport piacentino in questo particolare  momento in cui il Coni sta vivendo grandi cambiamenti. La mia decisione, ovviamente, non esclude altre candidature per decidere la futura guida provinciale del Coni”.

Coni che, almeno a livello provinciale, cambierà notevolmente. Non ci saranno più il Consiglio e la Giunta Provinciale ma soltanto il Delegato che verrà nominato dal nuovo presidente regionale entro la fine di gennaio 2013. Accanto al Delegato rimarrà invece il coordinatore tecnico che continuerà a coltivare i rapporti con il mondo della scuola ma anche con le società sportive. Scongiurato, a quanto pare, anche il pericolo sede. Il Coni e le Federazioni Sportive, infatti, dovrebbero continuare ad “abitare” al Palazzo Coni di via Calciati anche in futuro.

L’altro punto all’ordine del giorno del consiglio provinciale del Coni ha visto la presenza della cardiologa Daniela Aschieri, che ha illustrato ai presenti il “Progetto Vita Sport”. “La nostra città – ha detto Aschieri – è la più cardioprotetta d’Europa; vorremmo che la fosse anche in ambito sportivo dotando ogni impianto ed ogni palestra di un defibrillatore”.

Attualmente già 54 impianti sportivi della nostra provincia, su un totale di 200 strutture, sono dotati di defibrillatori semiautomatici. Il Decreto Balduzzi potrebbe imporre ad ogni società l’obbligo di avere un defibrillatore, ma il condizionale resta d’obbligo dato che i nodi verranno sciolti solo con il regolamento attuativo del decreto.

© Copyright 2020 Editoriale Libertà

categorie: Piacenza Sport

NOTIZIE CORRELATE