Cerciello: ora festeggiamo, il prossimo anno sarà Champions

11 Maggio 2013

Festeggiano sul parquet rosa del PalaVerde le nostre ragazze: parte ovviamente la doccia di champagne. Una gioia incontenibile quella di Rebecchi Nordmeccanica. A cominciare dal condottiero delle campionesse d’Italia, Giovanni Caprara che può finalmente lasciarsi andare.
“Ringrazio tutti quanti, a cominciare dalla società: questa è una squadra costruita benissimo e sapevo che si poteva costruire qualcosa di importante”.
Proviamo a bloccare il coach piacentino, ma la voglia di festeggiare con le ragazze è enorme e si divincola e se ne va, spedito, a baciare le sue fenomenali campionesse. Una per una.
Lucia Bosetti è premiata come mvp della finale e raccoglie la meritata, massiccia dose di applausi, proprio mentre arriva il presidente Vincenzo Cerciello con tanto di parrucca tricolore.
“E’ stata una vittoria splendida che ci ripaga della delusione per la sconfitta in Challenge – spiega il massimo dirigente piacentino – il prossimo anno vogliamo vincere ancora e ci sarà anche la Champions League”.
La più lucida è ovviamente Martina Guiggi, ormai un’esperta in fatto di scudetti: “Un anno travagliato, ma stasera è arrivata la degna conclusione. Onore alle nostre avversarie: c’era un po’ di tensione, ma abbiamo vinto alla grande. Dedico la vittoria alla mia famiglia”.
Stefani Sansonna è invece spiritata; una felicità incontenibile: “Non è possibile descrivere le sensazioni. E’ la gioia più grande della mia vita”.
Quando Mauro Fabbris, presidente della Lega, consegna a capitan Leggeri il trofeo, tutte quante capiscono quel che Rebecchi Nordmeccanica è riuscita a combinare: sarà una notte lunghissima.

© Copyright 2021 Editoriale Libertà